Appello urgente
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Appello urgente

Aiutatemi a ritornare a vivere!!
 
IndiceIndice  CercaCerca  Ultime immaginiUltime immagini  RegistratiRegistrati  Accedi  

 

 SPIEGAZIONI

Andare in basso 
2 partecipanti
AutoreMessaggio
crifrasi

crifrasi


Femmina Numero di messaggi : 98
Età : 46
Data d'iscrizione : 18.05.07

SPIEGAZIONI Empty
MessaggioTitolo: SPIEGAZIONI   SPIEGAZIONI EmptyGio 27 Mar 2008, 20:55

Cari utenti,

prima di tutto vi ringraziamo per il costante interessamento che avete avuto in tutto questo periodo, soprattutto quando il forum è diventato silenzioso e privo di scopo, ed in secondo luogo ci scusiamo per il nostro prolungato silenzio Se in tutto questo periodo noi moderatrici abbiamo scelto la strada del silenzio non è stato per mancanza di rispetto nei vostri confronti, ma perché eravamo divise a metà, fra la correttezza che sentivamo di dovere a PAOLO e quella che sentivamo per voi…Abbiamo aspettato invano che Paolo si assumesse le sue responsabilità, che tornasse sul forum e che raccontasse le cose come stavano, onde evitare a noi lo spiacevole compito di parlare di lui e del modo scorretto in cui si è comportato verso tutti.

Preferiamo raccontarvi le cose in ordine cronologico, forse saremo prolisse, ma in questo modo riusciremo a fare un quadro completo di questo anno e dei sentimenti, belli e brutti, che ci hanno accompagnato e che ci hanno portato a scegliere il silenzio.

Abbiamo conosciuto Paolo in un altro forum, ha aperto un post e ci ha subito colpito la drammaticità della sua storia ed in maniera differente io ed Anna ci siamo adoperate per aiutarlo: passandogli in privato numeri di telefono, notizie e facendo nascere l’idea di creare un forum tutto per lui. In questo modo io ed Anna ci siamo conosciute e ci siamo sentite onorate e lusingate di venire scelte come moderatrici. Ma abbiamo anche sentito forte la responsabilità di un tale compito. Credetemi se vi dico che per i primi tempi la storia di Paolo è diventata la nostra ossessione, abbiamo passato ore ed ore al computer a contattare tutti i medici possibili, a trascrivere la storia in tutti forum medici , a fare ricerche in ogni lingua ed in ogni luogo, perdendoci in nozioni mediche e in termini tecnici. Abbiamo passato ore a migliorare il forum, restando connessi 24 ore su 24…ed abbiamo passato ore al telefono con Paolo, a fargli compagnia, a dargli forza quando il dolore si faceva sentire, a spronarlo quando lo sentivamo giù, a rincorrerlo quando si chiudeva a riccio nella sua disperazione… La nostra vita ne è stata totalmente travolta ed abbiamo mandato all’aria tanti e tanti di quegli impegni che non sto neanche a dirvi…Lo abbiamo fatto senza nessuna difficoltà e senza nessun rimpianto, perché c’era una persona che soffriva e che aveva il diritto di reclamare la sua vita e la sua giovinezza.

I problemi sono cominciati a venir fuori a Giugno, dopo il fallimento della terapia del dolore…Paolo era totalmente scoraggiato, non rispondeva al telefono, non accendeva al pc….si è chiuso nel suo dolore (cosa comprensibilissima). Con un grande sforzo siamo riusciti a ridargli la speranza ed a farlo ritornare sul forum. Dopo qualche giorno è arrivata la seconda batosta, il suo neurologo gettava la spugna e lo lasciava solo.

Ancora una volta Paolo si chiuse a riccio ed ancora una volta noi moderatrici ci siamo sforzate di abbattere il muro dietro cui di nascondeva…ma questa volta è stato molto più difficile…Ancora una volta ci siamo ritrovate a passare ore al telefono con lui, a parlargli e a cercare di spronarlo…Sul forum ha cominciato a non farsi più sentire, non rispondeva ai messaggi privati che voi gli inviavate e spesse volte neanche ad i nostri.

Poi è arrivata la guarigione…Di colpo Paolo ha cominciato ad uscire, a ritrovare i suoi amici…Per noi è stata una gioia immensa, questo ci permetteva di continuare a fare ricerche, ma con più serenità…e finalmente Paolo avrebbe potuto recarsi di persona dai vari medici senza il più il grosso limite del dolore…finalmente una bella notizia…Ed invece per noi sono cominciati i problemi.

Paolo si è reso praticamente irreperibile, il pc era sempre spento…idem il telefonino.

Paolo ha espresso il desiderio di staccare la spina per un po’, e come non capirlo??? Per anni la sua stanza è stata la sua prigione ed il pc il suo unico compagno e contatto con l’esterno e ora li odiava…Non riusciva neanche ad entraci…voleva vivere, correre fuori, stare con gli amici, godersi il sole ed il mare, stare con la famiglia, vivere la sua storia d’amore nella normalità e non come un malato…Come non capire un tale desiderio???

Lo abbiamo assecondato e ci siamo assunti l’onere di trasmettergli ogni numero ed informazione tramite sms….lui avrebbe poi provveduto a chiamare medici o a trasmetterci i dati e le informazioni che ci potevano servire.

Purtroppo così non è stato, ai nostri messaggi non seguiva nessuna risposta, alle nostre richieste nessuna considerazione!! Ci siamo trovati a promettere cose e a prendere impegni con persone del forum per poi venir meno….mettendoci la faccia e facendo anche delle figuracce!!!

Finalmente siamo riuscite ad avere un colloquio con Paolo, non nego che abbiamo avuto anche una discussione molto accesa, ci sentivamo prese in giro e soprattutto sentivamo il dovere di dire sul forum quello che stava succedendo…La storia di Paolo era un peso sul cuore di tutti, perché sapere che una persona soffriva in questo modo non ci lasciava vivere in tranquillità la nostra vita, si era sempre rivolti a lui ed alla sua storia. Se lui stava bene, se lui riusciva a divertirsi, volevamo che tutti sul forum lo sapessero e che potessero togliersi questo peso sul cuore e ritornare alla propria vita, senza sentirsi responsabili di quella di Paolo. Ed eravamo stanche di dover limitarci a scrivere sul forum: “Paolo vi saluta; Paolo tornerà presto; Paolo ha ricevuto i nuovi nominativi medici” Ci sembrava di prendere in giro tutti.

Paolo sembrava aver capito, torna sul forum, scrive qualche messaggio e ci lasciamo con la promessa che ogni giorno avrebbe scritto qualcosa…Ancora una volta però viene meno alle promesse. Ancora una volta la sua “nuova vita” non sembra lasciargli spazio per il forum e soprattutto per occuparsi della sua malattia. Ci sentiamo una volta alla settimana, ma appena accenniamo al forum o alla sua salute, la discussione diventa vaga e si chiude in fretta. Pazientiamo ancora un po’ ed alla fine abbiamo un altro confronto, che non porta a nulla se non a promesse vane.. Personalmente gli faccio presente che da quel momento non avrebbe parlato più con “ Cristina la sua amica”ma con “Cristina la moderatrice”. Eravamo stanche di prendere le sue difese, di giustificare il suo comportamento e cercare di farlo apparire una persona corretta e leale, quando non si comportava da tale…I nostri contatti si sono interrotti, mi ha mandato dei messaggi, nulla che riguardasse il forum….ed io per tenere fede all’impegno preso non ho più risposto. Avrei risposto solo quando si fosse deciso a tornare sul forum. A Novembre lui lascia dei nuovi messaggi, sembra deciso a chiarire tutto…ma poi sparisce, di nuovo!!!

In tutto questo tempo io ed Anna abbiamo continuato a chiederci cosa fare…scrivere sul forum che Paolo non si è comportato bene??? Non scrivere nulla??? Scrivere una mezza verità??? Aspettare ancora???

Alla fine abbiamo scelto il silenzio…

Perché???

Perché è difficile stare qua a scrivere che Paolo si è comportato male, perché è dura rendersi conto che tutti i nostri sforzi sono stati vani e perché, nonostante tutto, ci sentivamo ancora in dovere di essere leali nei suoi confronti. Sappiamo più di altri quanto ha sofferto e quanto la sa malattia è costata alla sua famiglia, sia in termini di salute,sia in termini di affetti e sia in termini di denaro…All’inizio lui voleva mettere a posto le sue cose, voleva regalare un po’ di serenità agli altri e noi lo abbiamo capito. Poi voleva condividere alcune cose del quotidiano con la sua ragazza, che fosse una pizza al ristorante, un giro in barca, un’uscita a quattro…ed anche questo abbiamo capito.

Poi c’erano i suoi amici, le sue passioni, il mare, la pesca, il sole, ed ancora abbiamo capito e pazientato….

E poi c’era il piacere di starsene sdraiato e non pensare a nulla…e non sentire dolore…

Paolo era cosi affamato di vita che non riusciva a fermarsi….ma a questo punto stava trascurando la sua malattia, la stava ignorando invece di combatterla, proprio quando aveva più possibilità di vincere, lui si è tirato indietro ed ha preferito far finta di nulla….Questo ci ha spiazzato e ci ha ferito…In tutto questo tempo siamo sempre state divise a metà, fra la lealtà verso Paolo ed il bisogno di dire le cose come stavano. Abbiamo sperato fino alla fine che lui si decidesse a chiarire tutto, ma ora ci rendiamo conto che non è più possibile nascondere le cose…Paolo ha ripreso la sua vita e questa vita non include noi ed il forum…

Non rimpiangiamo nulla di quello che abbiamo fatto, lo abbiamo fatto con il cuore…la cosa che ci lascia con l’amaro in bocca è che non è servito a nulla…ed il nostro timore più grande è che i sintomi possano ripresentarsi come prima e che Paolo si ritroverà a vivere di nuovo in un inferno. Questo abbiamo provato a fargli capire, per questo lo abbiamo pregato di non lasciare il forum….ma lui non ci ha ascoltato….

.



PS: Non è nostra abitudine parlare alle spalle di una persona per, questo motivo Paolo sarà avvertito di questo post, in modo che abbia modo e possibilità di rispondere e di confutare i fatti così come sono stati raccontati….
Torna in alto Andare in basso
haba

haba


Femmina Numero di messaggi : 94
Età : 36
Data d'iscrizione : 17.05.07

SPIEGAZIONI Empty
MessaggioTitolo: Re: SPIEGAZIONI   SPIEGAZIONI EmptyVen 28 Mar 2008, 01:17

Beh Paolo è stato avvisato...adesso attendiamo "con ansia"Twisted Evil la sua risposta:suspect: Exclamation Exclamation Exclamation
Torna in alto Andare in basso
 
SPIEGAZIONI
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Appello urgente :: LA STORIA CLINICA E PERSONALE DI PAOLO :: la mia storia-
Vai verso: